Alberto la motosega

Dopo il bellissimo campo di ieri lo sapevamo che dovevamo “pagarla”.

50 km di ansia. Questa volta non c’erano solo buche, rocce e sabbia molle ma anche passaggi strettissimi tra rami bassissimi.

La maggior parte li tirava giĆ¹ Giuditta di cattiveria. Quando ci sembravano troppo grossi, interveniva Alberto armato di sega.

Abbiamo disboscato la pista lungo il Cunene.

Alla fine contiamo i danni:

  • ammortizzatore posteriore destro, saltato
  • perno di fissaggio pistoncino freno a mano ruota posteriore sinistra, perso
  • copertura condizionatore cellula, rotta
  • 2 fanalini di sagoma, persi
  • un dito di Alberto, tagliato

Poteva andare peggio … potevamo non riuscire ad uscire da quella pista non certo da camion.

IMG_1500

IMG_1503

Il paesaggio era bellissimo ma non ce lo siamo neanche goduti

IMG_1507

Usciti dall’infermo, per ringraziare la fortuna, regaliamo un pallone ai ragazzi di un villaggio

IMG_1515

Da domani finalmente un po’ di brutto, sporco, vecchio ASFALTO.

 

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *